E’ DEFINITIVO IL SALVATAGGIO DELLA BANCA POPOLARE DI BARI

Il 6 febbraio di quest’anno il Senato ha approvato definitivamente il DDL di conversione del Decreto Legge del 16 dicembre 2019 n. 142, recante misure urgenti per il sostegno al sistema creditizio del Mezzogiorno e per la realizzazione di una Banca di investimento. Il Provvedimento disciplina una complessa operazione finanziaria, che troverà attuazione mediante la predisposizione di misure urgenti per il sostegno al sistema creditizio del sud.

CREAZIONE DI UNA BANCA DI INVESTIMENTO Nello specifico il Decreto “Misure urgenti per il sostegno al sistema creditizio del Mezzogiorno e per la realizzazione di una banca di investimento”, prevede l’attribuzione a Invitalia di uno o più contributi in conto capitale, fino a 900 milioni di euro nel 2020, per potenziare il patrimonio del Mediocredito Centrale (MCC). L’obiettivo è consentire a MCC la promozione di attività finanziarie e di investimento, a sostegno delle imprese nel Mezzogiorno, anche mediante l’acquisizione di partecipazioni al capitale di banche e società finanziarie. Viene inoltre disciplinata la possibilità di scindere MCC e costituire una nuova Società: le azioni rappresentative dell’intero capitale sociale della Società così costituita sono attribuite al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

ENTRATA IN VIGORE Il Provvedimento di rilancio della Banca Popolare di Bari era stato già approvato dalla Camera lo scorso 21 gennaio, ed entrerà in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Scopri la Sentenza del Tribunale UE in ordine alla legittimità degli aiuti stanziati dal Fondo Interbancario alla Banca Popolare di Bari

SALVATAGGIO BANCA TERCAS: ERA LEGITTIMA LA POSIZIONE ITALIANA

OBBLIGO DI RELAZIONARE AL GOVERNO Come riportato nel comunicato del Senato del 6 febbraio, la Banca del Mezzogiorno, ovvero la nuova Società, avrà l’obbligo di:

  • riferire su base quadrimestrale alle Commissioni competenti per materia di Camera e Senato sull’andamento delle operazioni finanziarie effettuate, anche con riferimento ai profili finanziari, e sugli andamenti dei livelli occupazionali;
  • presentare alle Camere, a partire dal 2021, una relazione annuale sulle operazioni finanziarie realizzate nel corso dell’anno precedente.

Avv. Stefano FRANCHI

con la collaborazione dell’
Avv. Valentina DI ANTONIO

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.