DECRETO RISTORI BIS E SPORT: LE NUOVE MISURE PREVISTE

Il Decreto Legge 9 novembre 2020, N. 149 (cd. Decreto Ristori bis) prevede numerose misure di supporto economico per diverse categorie di attività: tra queste rientrano anche le associazioni o società sportive dilettantistiche, i lavoratori sportivi e gli agenti sportivi.

SCADENZA DEL 31 OTTOBRE Il “Decreto Ristori bis” (all’art. 28) stabilisce il termine entro cui si considera cessato il rapporto di collaborazione: “ai fini dell’erogazione dell’indennità di cui all’articolo 17 del D.L. 28 ottobre 2020, N. 137, si considerano cessati a causa dell’emergenza epidemiologica tutti i rapporti di collaborazione scaduti alla data del 31 ottobre 2020 e non rinnovati.”

IL BONUS PASSA A 800 EURO Viene rilanciato per il mese di novembre il bonus per i lavoratori dello sport, già previsto dal D.L. Cura Italia e dal D.L. Rilancio: l’importo è stato aumentato da € 600,00 a € 800,00.

L’indennità è rivolta ai lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), le Federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli Enti di promozione sportiva riconosciuti da CONI e CIP, le società e le associazioni sportive dilettantistiche, che – in conseguenza dell’emergenza sanitaria – hanno ridotto, sospeso o cessato le loro attività.

Per coloro che hanno beneficiato del bonus nei precedenti mesi, l’indennità verrà erogata senza necessità di ulteriore domanda o accertamenti, anche per il mese di novembre 2020, sempre a cura della società Sport e Salute S.p.A. I soggetti che al contrario non hanno beneficiato dell’indennità nei mesi precedenti devono presentare la domanda entro il 30.11.2020, seguendo la procedura online sul sito della società Sport e Salute.

L’emolumento non concorrerà alla formazione del reddito ma non potrà essere riconosciuto ai precettori di altro reddito da lavoro o del reddito di cittadinanza.

UN FONDO DA 50 MILIONI PER LE SOCIETA’ Il Decreto prevede altresì dei contributi a fondo perduto a favore delle figure operanti nel settore sportivo. Per quanto concerne lo sport dilettantistico, al fine di fronteggiare le criticità, è stato introdotto un apposito Fondo le cui risorse verranno gestite dal Dipartimento per lo Sport. Al fondo sono assegnati 50 milioni di Euro per il 2020, con lo scopo di adottare misure di sostegno per tutti gli enti sportivi che hanno cessato o anche solo ridotto la propria attività sportiva in questo periodo, a seguito dei provvedimenti statali di sospensione delle attività sportive.

VOUCHER SPETTACOLI FINO AL 31 GENNAIO E’ stato previsto anche un rimborso con voucher per gli spettacoli dal vivo previsti dal 24 ottobre e fino a gennaio 2021, i quali sono saltati a causa delle nuove restrizioni. La misura vale anche per i titoli acquistati dal 1 al 24 ottobre non fruiti finora e non fruibili fino al 31 gennaio 2021.

Avv. Stefano FRANCHI

con la collaborazione del
Dott. Alessio PRIMAVERA

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.