AL FUMATORE INCALLITO NON SPETTA ALCUN RISARCIMENTO: FUMARE È UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Con una perentoria Pronuncia, la Suprema Corte ha negato il risarcimento a un fumatore incallito (affetto da un carcinoma al polmone) definendo il comportamento ripetitivo del tabagista “…un atto di volizione libero, consapevole ed autonomo di soggetto dotato di capacità di agire, quale, appunto, la scelta di fumare nonostante la …

Condividi...