CASSIERA RITAGLIA I BUONI ACQUISTO: LEGITTIMO IL LICENZIAMENTO?

Con la recentissima Pronuncia della Cassazione – Sezione Lavoro N. 8194 del 04/04/2018, torna di attualità un argomento estremamente rilevante in tema di rapporto lavorativo: il fatto illecito addebitato al lavoratore quale “giusta causa” di licenziamento. Esaminiamo la fattispecie: la cassiera di un supermercato viene licenziata perché sorpresa dalle telecamere …

Condividi...

IL DANNO DA VACANZA ROVINATA

Il “danno da vacanza rovinata” è disciplinato dall’art. 47 del D. Lgs. 79/11 (Codice del Turismo), che tutela il turista dall’inadempimento di non scarsa importanza posto in essere dal tour operator nell’esecuzione delle prestazioni promesse all’interno del pacchetto turistico denominato “tutto compreso”. Il viaggiatore, pertanto, potrà invocare un risarcimento del …

Condividi...

CHI E’ RESPONSABILE DEI DANNI CAUSATI DAI RANDAGI?

La Legge quadro N. 281/1991 detta i principi generali in tema di tutela degli animali “da affezione” e prevenzione del randagismo, elencando le sanzioni in caso di violazione delle disposizioni e delegando alle singole Leggi regionali la ripartizione delle funzioni svolte nello specifico da ASL, Regioni e Comuni. Posto quindi …

Condividi...

LO “STALKING CONDOMINIALE”: IL SOTTILE CONFINE FRA VICINO INVADENTE E MOLESTATORE

I rapporti di vicinato rappresentano l’occasione più frequente di litigio fra soggetti diversi, in quanto costretti a condividere – il più delle volte non per scelta – aree e servizi comuni: tale circostanza genera numerosi conflitti che rischiano di tradursi in condotte giuridicamente rilevanti in ambito civilistico e talvolta anche …

Condividi...

ANATOCISMO BANCARIO: QUANDO SCATTA L’OBBLIGO DI RESTITUZIONE AI CORRENTISTI?

L’anatocismo permane un argomento giuridico meritevole di costante attenzione, in quanto un grande numero di contratti bancari stipulati negli anni Ottanta e Novanta recavano la clausola di “capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi” che costituisce una pratica ormai comunemente ritenuta illegittima in assenza di patto specifico. Appare quindi utile ripercorrere brevemente …

Condividi...

TARQUINI IN FORMULA UNO:STORIA DI UN INGAGGIO AI TEMPI DEL FAX 

A cavallo fra gli anni ’80 e ’90 ho collaborato professionalmente con Gabriele Tarquini, il famoso pilota abruzzese. Per una strana combinazione di eventi, Gabriele si ritrovò dall’oggi al domani senza una monoposto in Formula 1 (che disdetta per un campione agli esordi!). Appresi dalla televisione che la scuderia francese AGS era …

Condividi...

DIFFAMAZIONE SUI SOCIAL: QUALE GIUDICE COMPETENTE?

L’enorme diffusione della comunicazione tramite social network, unitamente alla diffusa convinzione che un commento “virtuale” non comporti responsabilità penali e risarcitorie in capo all’autore, ha moltiplicato le controversie giuridiche relative a casi di diffamazione. In realtà, la manifestazione del proprio pensiero su internet – esattamente come la opinioni diffuse in …

Condividi...

SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO e art. 2087 C.C.

Con Sentenza N. 3978 del 19/02/2018 la Suprema Corte ha affermato un significativo principio in tema di sicurezza sul luogo di lavoro, in grado di implicare la responsabilità del datore: “L’art. 2087 c.c. pone in capo al datore di lavoro un preciso obbligo di controllare che il lavoratore, nell’esercizio dell’attività, …

Condividi...

LA DECADENZA IN MATERIA DI IMPOSTE E TRIBUTI

La decadenza consiste nella preclusione dell’esercizio di un diritto o di una potestà da parte del titolare a causa del mancato compimento di un’attività nei termini previsti da una norma specifica. In materia tributaria, a differenza di quanto accade in ambito civilistico, c’è un riferimento più frequente a termini decadenziali, …

Condividi...

OPERAZIONI ON LINE CONTESTATE? PAGA LA BANCA!

La Sentenza N. 2950 del 03/02/17 emanata dalla Corte di Cassazione, ribaltando le decisioni di segno contrario assunte dai giudici di merito, afferma la responsabilità contrattuale della banca per operazioni “on-line” non riconosciute dal cliente. Il principio è il seguente: non spetta al cliente creditore provare la propria estraneità dalla …

Condividi...

LA CLAUSOLA “CLAIMS MADE” NELLA GIURISPRUDENZA DELLA CASSAZIONE

Nel contratto di assicurazione per la responsabilità civile verso terzi, la clausola “claims made” (a richiesta fatta) subordina la operatività della garanzia alla circostanza che la richiesta di risarcimento sia intervenuta durante il periodo di efficacia del contratto. La peculiarità di funzionamento rispetto all’ipotesi tipica ex art. 1917 C.C. denominata …

Condividi...